Bell’Italia !

gazzagolosa.caciara.enioottaviani

Le buone soste. Bell’Italia.

Siamo segnalati  da GAZZA GOLOSA tra le BUONE SOSTE, per questo speciale sulle strade del giro D’ITALIA.

La tappa 11

Enio Ottaviani rientra tra le buone soste per chi segue il giro e desidera scoprire un’Italia  fatta di paesaggi, personaggi che hanno fatto la storia, maglie rosa e avventure in biciclette.  E perché no, fermarsi anche a degustare il vino della zona.

 

Abbiamo qui estratto un brano  che in questo bell’articolo che disegna un’Italia di grande ricchezza storica e paesaggistica.

Da FIRENZE a BAGNO DI ROMAGNA, per poi scendere verso la costa, e a solo un’ora di auto da Bagno di Romagna, arrivare a Rimini e scoprire l’aria di mare. 

Questi sono i luoghi dei fuoriclasse quali BARTALI e PANTANI, due eroi in tempi distinti, che hanno lasciato un segno nel nostro immaginario collettivo.

Così, vi rimandiamo alla rivista per scoprire i paesaggi mentre qui vogliamo riportare un affresco di uno degli eroi che ha segnato il ciclismo.

Pag. 135 con gli occhi di Albano Marcarini  LA STORIA DEL GIRO

” Pantani, dalla piana romagnola alla gloria delle cime

‘…’ Marco Pantani ha commosso, ha esaltato, ha vinto le salite ha perso la più grande battaglia, contro la vita.

I giornalisti e i vecchi campioni sono andati in delirio per lui, sulle strade del Tour e del Giro nel 1998, vinti entrambi in una formidabile accoppiata.

‘…’ Marco è stato l’ultimo scalatore puro in un momento in cui il ciclismo era dominato da passisti e cronometro.

Non poteva competere su quei terreni, ma in salita era devastante. Dopo uno scatto ne ripeteva un altro e poi ancora fino a fare il vuoto. Ne fece le spese Tonkov sulla fantastica ascesa a Montecampione nel 1998, ne fecero le spese tutti quando a Oropa, nel 1999, attardato da un guaio alla bici riprese e superò 49 avversari a velocità doppia, per presentarsi solo al traguardo. 

Chissà ….”

#bellitalia #lastoriadelgiro