Romagna mia

Romagna mia

romagna mia. orchestrasecondocasadei. romagna sangiovese.enio ottaviani.

Orchestra Secondo Casadei |  credits: Casadei Sonora. Ringraziamo Lisa e Riccarda Casadei.

Perché Romagna mia e perché proprio ora ?

Proprio in questi giorni si festeggiano i 70 anni dall’incisione del disco e della canzone che ha fatto il giro del mondo: Romagna mia di Secondo Casadei.

Secondo Casadei. 70 anni di Romagna mia. Enio Ottaviani. Caciara

Secondo Casadei

E Dopo anni  in cui raccontiamo la storia di nostra nonna Delia, quando cantava ai Tre Piccioni  e girava l’Europa, ci rendiamo conto che la musica è un collante senza tempo con radici culturali e folcloristiche importanti. E ogni volta che ne abbiamo la possibilità- come se fosse un inno nazionale- intoniamo Romagna mia!

La nonna Delia. I tre piccioni. Cattolica. Enio Ottaviani. Romagna e Sangiovese

La nonna Delia in tournée per l’Europa| Germania

Volevamo DIRE GRAZIE per questo Maestro – Secondo Casadei-  che  è stato uno dei più prestigiosi ambasciatori della Romagna, ha reinventato un ritmo con la sua polka e il suo valzer,   ha ‘ sconfitto il boogie’ ed è stato definito lo ‘Strauss ‘ della Romagna.

Riccarda Casadei. Il caciara. Romagna e Sangiovese. RomagnaSangiovese

Riccarda Casadei. Il caciara. Romagna e Sangiovese.

È stata per noi una grande gioia e sorpresa conoscere  Riccarda Casadei e la figlia Lisa, brindare insieme e farci raccontare  questa biografia paterna, degna di un film d’autore!

E devo dirti che ci sono alcuni aneddoti  a cui non puoi rinunciare, soprattutto se sei romagnolo!  

  1. ROMAGNA MIA era un pezzo che teneva nel cassetto.
  2. La parola LISCIO – secondo lui – era un attributo sottotono, perché i romagnoli sono tutt’altro che LISCI!
  3.  Per tre generazioni la famiglia Casadei è stata una famiglia di SARTI e quando Secondo decise di comporre fu una vera e propria rivoluzione.
  4. Il giorno del matrimonio ricevette una lettera d’invito a suonare con la sua orchestra…reinviò il viaggio di nozze e tutti a suonare!

E la cosa bella di tutti questi racconti è quell’allegria che è tipica della Romagna. Una  Romagna che guarda il futuro, con un progetto chiamato EXTRALISCIO, nel quale c’è una visione musicale fresca e artisti contemporanei che sul rigo musicale reinterpretano le musiche del maestro.

E tu…che pensavi fosse solo musica da ‘balera’?